L’assemblea dei soci delibera all’unanimità l’adesione al Gruppo Bancario Cooperativo di Cassa Centrale Banca.

assemblea2017-5

assemblea2017-7Approvato il bilancio 2016. Riconfermati Presidente, CdA e Collegio Sindacale della Banca per il prossimo triennio.

Si è svolta domenica 7 maggio l’Assemblea dei Soci della BCC San Marzano nel modernissimo centro direzionale dell’istituto di credito pugliese a San Marzano di San Giuseppe (Ta). Un nutrito ordine del giorno, su cui i soci si sono espressi con straordinaria partecipazione e unitarietà, ha segnato una svolta epocale nella storia della Banca: a partire dalla unanime deliberazione dell’adesione al costituendo gruppo bancario cooperativo promosso da Cassa Centrale Banca, all’approvazione del Bilancio 2016 fino al rinnovo delle cariche sociali, che ha riconfermato l’intero consiglio di amministrazione e il collegio sindacale uscente, inaugurando il nuovo triennio nel segno della continuità.

 

assemblea2017-6I soci hanno votato all’unanimità l’adesione alla trentina Cassa Centrale Banca (CCB) come capogruppo del futuro Gruppo Bancario Cooperativo (GBC) – Credito Cooperativo Italiano – la cui operatività è prevista a partire dal 1° luglio 2018. Una scelta unitaria e convinta questa, che segna un cambiamento senza precedenti negli oltre 60 anni di attività dell’istituto di credito pugliese, tra i più accreditati del Mezzogiorno. “Crediamo fermamente che il progetto portato avanti da Cassa Centrale possa dare continuità al nostro modo di fare banca anche nel futuro Gruppo Bancario Cooperativoha commentato il Presidente Francesco CavalloE’ quasi una prosecuzione naturale di un percorso in cui vogliamo rafforzare il nostro ruolo propulsore sul territorio, contando su una struttura in grado di competere a livello internazionale”.

 

La decisione giunge al termine di un’attenta analisi, iniziata ad agosto dello scorso anno, che ha visto impegnati gli Organi sociali e la Direzione Generale in ripetuti incontri di approfondimento su vari tavoli istituzionali. “Siamo soddisfatti dell’entusiasmo con cui i nostri soci hanno accolto ed approvato le  valutazioni fatte per la scelta del GBCha spiegato il direttore generale Emanuele di Palma –  che hanno riguardato aspetti rilevanti come la patrimonializzazione, la governance, il sistema informatico, i prodotti e servizi fino alla motivazione aziendale. Contiamo di partecipare attivamente al progetto di Cassa Centrale, puntando a conservare quei valori di mutualità e autonomia che sono da sempre alla base del credito cooperativo, con un approccio risk based che premi il merito e consenta di svolgere un ruolo attivo sul territorio, valorizzando le peculiarità delle famiglie e delle imprese del Sud.”

 

????????????????????????????????????

Il progetto di Cassa Centrale ha già raccolto l’adesione di 100 banche, raggiungendo la soglia di 1 miliardo di euro di patrimonio netto richiesta dalla legge. Secondo le proiezioni fatte sulla base dei dati disponibili 2015/2016 delle Bcc aderenti, Il Gruppo Bancario Cooperativo CCB – Credito Cooperativo Italiano si posizionerà tra i principali Gruppi Bancari Italiani per attivo (settimo posto con circa 70 miliardi di euro) e per solidità (primo posto con un CET1 pari al 16,3%). “E’ una grande occasione per il credito cooperativo locale e quindi per la nostra comunità. – ha sottolineato di Palma – Entriamo a far parte di un gruppo solido con una visione internazionale che auspichiamo possa rafforzare ulteriormente la fiducia che famiglie e imprese ci hanno concesso in oltre 60 anni di attività”.

 

L’Assemblea dei soci ha anche approvato all’unanimità il bilancio d’esercizio 2016 e riconfermato la governance della Banca con la rielezione del Presidente, del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale uscente promuovendone a pieni voti la gestione.

 

????????????????????????????????????

I numeri del 2016 confermano il trend di crescita della Banca che chiude l’esercizio con un utile netto di 3,5 milioni di euro, posizionandosi tra le prime banche in Puglia per redditività. A questo proposito, è stata approvata la distribuzione di un dividendo per i soci pari al 3% sul capitale versato. Significativa è anche la solidità patrimoniale, come dimostra il CET1 – l’indicatore per eccellenza dello stato di salute della banca – che al 31/12 registra un ulteriore incremento e  si attesta al 21,7%, notevolmente al di sopra della soglia minima imposta dalla Bce (pari al 10,5%), come anche della media delle banche nazionali (pari al 12,4% a Giugno 2016). Si rafforza altresì il patrimonio netto, che sale a 49,445 milioni di euro (+ 2,45 % rispetto all’esercizio precedente). In aumento il numero dei soci pari a 2577. Risultati importanti si sono registrati anche sul fronte dell’operatività con una raccolta complessiva di 482,228 milioni di euro.  L’ammontare degli impieghi verso la clientela è allineato al 2015 e raggiunge quota 213,182 milioni di euro, consolidando l’azione mirata al sostegno delle famiglie  e delle imprese del territorio.

 

????????????????????????????????????

Positiva è la contrazione dei costi operativi che scendono dell’1,4% rispetto al 2015, frutto di un efficace processo di efficientamento e razionalizzazione complessiva della struttura.   “La Bcc San Marzano è una banca solida, che punta da sempre a perseguire una sana e prudente gestione con lo sguardo proiettato al futuro, mantenendo la sua vocazione di banca locale attenta e partecipe all’evoluzione sociale ed economica del territorio in cui opera”. Il Presidente Francesco Cavallo confermato per acclamazione alla guida della BCC San Marzano di San Giuseppe commenta così i risultati raggiunti, aggiungendo checontinueremo a privilegiare da un lato la consulenza – con la specializzazione dei nostri operatori – e dall’altro la multicanalità – con gli investimenti nella Banca Online”.

 

????????????????????????????????????

Per il prossimo triennio, alla guida della la BCC San Marzano di San Giuseppe sono riconfermati il Presidente Francesco Cavallo e i  Consiglieri: Angelo Ciurlo, Francesco Cometa, Enrico De Rose, Alessandro Greco, Raimondo Lanzo, Antonio Leo, Biagio Monopoli, Nicola Motolese. Confermato anche il Collegio Sindacale, composto da Vincenzo Fasano (Presidente del Collegio); Maria Virginia Andrisano e Ciro Cafforio (sindaci effettivi); Pietro Rosellini e Cosimo Damiano Miccoli (sindaci supplenti). Il Direttore Generale è Emanuele di Palma.

Comments are closed.